Loading color scheme

Un progetto a cura della
Nazionale Italiana Dell'Amicizia
La Nazionale Italiana Dell’Amicizia, è una Onlus/squadra di calcio, creata da un gruppo di amici che nel febbraio 2012 hanno deciso di trasformare la loro grande amicizia e passione comune, il calcio, in energia purissima per poter aiutare bambini in difficoltà, che vivono in condizioni economiche di estrema povertà o che sono gravemente malati e necessitano di cure costose, o ancora che sono orfani oppure separati dai genitori a causa di abusi subiti da parte degli stessi.
                                                                                                                                                                                                                                        
Il progetto ambizioso nasce dal desiderio di portare sul territorio cittadino sempre più costantemente e quotidianamente il messaggio che la Nazionale Italiana Dell'Amicizia da sempre diffonde tra i propri, sempre più numerosi sostenitori. Il sogno è di avvicinare al mondo dello sport tanti bambini sani e bambini disabili o reduci da malattie più o meno gravi, che una volta dimessi dai vari ospedali, vogliono tornare alla vita di tutti i giorni passando attraverso lo sport, educandoli fin da piccoli alla cultura sportiva e alla solidarietà verso altri bambini in difficoltà.
Inerentemente a questo punto (uno dei più importanti del progetto) abbiamo l'appoggio entusiasta dell'Ospedale Regina Margherita di Torino, dell'Unità spinale e di Casa UGI, che più di una volta hanno potuto constatare la bontà e l'utilità del nostro operare. Il progetto è rivolto a bambini di qualunque età disabili e non. Per i bambini disabili avvicinamento e pratica di sport, quali calcio, tennis, basket, etc., per i bambini normodotati educazione civica e avvicinamento alla solidarietà, con attività sportive varie.
Progetto Nida
                                                                                                                                                                                                             
IL PROGETTO SI ARTICOLA NEI SEGUENTI PUNTI:
- 1 RIQUALIFICAZIONE DEL TERRITORIO - 2 SVILUPPO DI UN PROGETTO DIDATTICO CON LE SCUOLE - 3 OPPORTUNITÀ PER LE FAMIGLIE E GLI ANZIANI DEL QUARTIERE DI AVERE UN RIFERIMENTO SOCIALMENTE UTILE E DI SVAGO - 4 SEDE DELL'ASSOCIAZIONE - 5 MAGAZZINO - 6 MUSEO DELL'ASSOCIAZIONE RICOSTRUITO ALL'INTERNO DEL MUSEO DEL GIOCATTOLO - 7 BAR E RISTORANTE - 8 RIPRISTINO CAMPI CALCIO A 5 E CALCIO A 8, CAMPI DA TENNIS, COSTRUZIONE DEL CAMPO DA VOLLEY E DEL CAMPO DA BASKET, SPORT PER BAMBINI E RAGAZZI DISABILI - 9 PALESTRA E CENTRO FISIOTERAPICO - SOSTEGNO PER BAMBINI CON FAMIGLIE DISAGIATE CHE NECESSITANO DI FISIOTERAPIA - 10 COSTRUZIONE DEL CAMPO SPORTIVO CON TRIBUNE COPERTE
                                                                                                        
             
Il progetto consiste nell’intervento di recupero e riqualificazione funzionale dell’impianto sportivo esistente nel quartiere Falchera di Torino denominato Falchera E2 “Carlo Bergoglio detto Carlin” in Via Degli Ulivi, 11, mediante la ri-funzionalizzazione degli impianti in disuso e la costruzione di nuovi fabbricati e strutture sportive per la realizzazione della “Cittadella Nazionale Italiana Dell’Amicizia - Cittadella NIDA”.